Tel: 0332 604300 - E-mail: engineering@gruppobini.it - WhatsApp: 334 1145838

  • Home
  • News
  • Safety
  • Sicurezza antincendio: focus su procedure di emergenza, allarme ed evacuazione
Sicurezza antincendio: focus su procedure di emergenza, allarme ed evacuazione

Sicurezza antincendio: focus su procedure di emergenza, allarme ed evacuazione

La sicurezza antincendio è un tema delicato, a cui prestare sempre massima attenzione. Proprio per questo una dispensa allegata ad una nota del Dipartimento dei Vigili del fuoco fornisce indicazioni sul piano di emergenza in materia di prevenzione incendi.

In questo articolo ci soffermeremo sulla dispensa, con particolare attenzione alle procedure di emergenza, allarme ed evacuazione.

Sicurezza antincendio: il piano di emergenza

Prima di analizzare a fondo la dispensa del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, è bene ricordare che il datore di lavoro, attraverso la valutazione del rischio incendio, effettua “un’analisi specifica dell’attività finalizzata all’individuazione delle più severe ma credibili ipotesi di incendio e delle corrispondenze conseguenze per gli occupanti (sia lavoratori sia persone presenti ad altro titolo nel luogo di lavoro, ad esempio uffici aperti al pubblico), i beni e l’ambiente”.

Da questa analisi “scaturiscono gli scenari di incendio sulla base dei quali deve essere sviluppata ed implementata la pianificazione di risposta all’emergenza”.

Questa la base della dispensa, che passa poi a soffermarsi su temi più specifici, che ci apprestiamo ad analizzare.

Piano e procedure di emergenza:

Si ricorda che, per un’ottimale gestione della sicurezza antincendio, il datore di lavoro deve predisporre un piano di emergenza che preveda tutti i possibili contesti di innesco di un incendio.

Nella stesura del piano quindi, si dovranno specificare compiti ed azioni dell’addetto antincendio in modo dettagliato e “declinati secondo la tipologia di attività presso cui operano”, che, in caso di incendio, possono generalizzarsi nelle procedure di emergenza di seguito elencate:

  • avvisare dell'emergenza in atto e recarsi sul posto e valutarne l'entità;
  • verificare l’allarme ricevuto (se da occupante, se da impianto di rivelazione e allarme incendio);
  • individuare gli ambiti coinvolti nell’emergenza incendio;
  • tentare lo spegnimento con estintori se trattasi di principio di incendio;
  • nel caso in cui non si riesca a domare l’incendio, avviare e coordinare la procedura di evacuazione;
  • avvisare gli addetti alle chiamate di emergenza e i soccorsi esterni, ricordando di fornire ai Vigili del fuoco le seguenti informazioni:
  • nome e indirizzo dell’attività
  • tipologia dell’emergenza e gravità
  • eventuale presenza di infortunati
  • eventuali materiali e/o sostanze pericolosi presenti
  • informazioni su accesso e vie preferenziali per raggiungere il sito
  • messa in sicurezza impianti tecnologici e impianti di processo (disalimentazione utenze elettriche, gas, ecc, …);
  • isolare la zona per circoscrivere l'emergenza chiudendo le porte di accesso e quelle tra i compartimenti;
  • prestare assistenza all’esodo per gli occupanti (indicazione delle uscite da percorrere, modalità di evacuazione, …);
  • prestare assistenza all’esodo per gli occupanti con specifiche necessità (non deambulanti, ipovedenti, affetti da ipoacusia, …);
  • supportare i soccorsi esterni fornendo tutte le informazioni necessarie al passaggio di consegne relativo alla gestione dell’emergenza ai soccorritori (informazioni essenziali, aree coinvolte dalla emergenza, occupanti eventualmente bloccati, occupanti feriti, …).
  • verificare che tutto il personale sia giunto nel punto di ritrovo;
  • segnalare la fine dell'emergenza quando il pericolo scompare;
  • accertarsi della sicurezza degli impianti e dei locali e disporre, qualora le condizioni di tutti i locali e processi siano tornate alla normalità, la ripresa dell'attività”.

Allarme ed evacuazione: le procedure per la sicurezza antincendio

È fondamentale che ogni lavoratore sia attento ed attivo nel segnalare e sorvegliare tutti gli ambienti di lavoro.

La dispensa ricorda che  una “corretta e sollecita procedura di allarme è la prima condizione per agevolare qualsiasi intervento delle squadre antincendio”.

A questo proposito “ogni lavoratore o occupante deve sempre vigilare ed avvisare il personale preposto in caso di qualsivoglia emergenza, per far in modo che l’intervento risulti risolutivo e l’incendio non diventi incontrollabile”.

 In caso di incendio, le procedure di allarme prevedono di:

  • mantenere la calma
  • dare l’allarme secondo le indicazioni del piano di emergenza evitando di trasmettere stato di agitazione agli altri occupanti;
  • prestare assistenza a chi dovesse trovarsi in difficoltà;
  • attenersi, per ogni azione successiva, a quanto pianificato nel piano di emergenza.

Per quanto riguarda poi le procedure di evacuazione, si articolano in questi passaggi, gesttiti dagli addetti alla sicurezza antincendio:

  • sorvegliano la corretta evacuazione delle persone;
  • si accertano che nessun occupante abbia problemi a raggiungere l'uscita;
  • assistono le persone con specifiche necessità (disabili, …) fino al raggiungimento del punto di raccolta;
  • si accertano della fruibilità delle uscite di sicurezza;
  • riuniscono gli occupanti presso il punto di raccolta;
  • verificano, tramite appello dei presenti, che tutti gli occupanti abbiano raggiunto il luogo sicuro.
  • verificano che tutte le persone presso il luogo di raccolta rimangano nelle aree prestabilite fino al termine dell'emergenza o fino a nuovo ordine da parte della squadra d'emergenza o dei soccorritori

Fonte: https://www.puntosicuro.it/gestione-emergenza-ed-evacuazione-C-84/piano-di-emergenza-antincendio-allarme-evacuazione-procedure-AR-23832/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_content=5&utm_campaign=nl20231118%2BPuntoSicuro%3A+il+meglio+della+settimana%21&iFromNewsletterID=5225

Ultime notizie

Rischio stress lavoro-correlato: focus sul personale sanitario

Rischio stress lavoro-correlato: focus sul personale sanitario

Il documento Inail: “La metodologia per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato. Modulo contestualizzato al settore sanitario” ha ricordato come il fenomeno di esposizione al rischio stress sia stata maggiormente rilevata tra gli operatori del settore sanitario.

Leggi tutto...

Sicurezza antincendio: focus su procedure di emergenza, allarme ed evacuazione

Sicurezza antincendio: focus su procedure di emergenza, allarme ed evacuazione

La sicurezza antincendio è un tema delicato, a cui prestare sempre massima attenzione. Proprio per questo una dispensa allegata ad una nota del Dipartimento dei Vigili del fuoco fornisce indicazioni sul piano di emergenza in materia di prevenzione incendi.

Leggi tutto...

Consultazione e controllo dell’RLS: le nuove direttive dopo la sentenza della Cassazione

Consultazione e controllo dell’RLS: le nuove direttive dopo la sentenza della Cassazione

È la n. 38914 del 25 settembre 2023. Si tratta della sentenza della Corte di Cassazione che fa riferimento alla funzione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) nei luoghi di lavoro.

Leggi tutto...

Vuoi essere informato sulle ultime novità o ricevere in anteprima offerte e promozioni?

Iscriviti alla newsletter!

Tel: 0332 604300 - E-mail: engineering@gruppobini.it - WhatsApp: 334 1145838

Studio Bini Engineering - P. IVA 02712760129 - Via per Caravate, 1 - 21036 - Gemonio (VA)

Informativa privacy  |  Area riservata  |  Contatti