Tel: 0332 604300 - E-mail: engineering@gruppobini.it - WhatsApp: 334 1145838

Scuole, fondi e lavoro agile: le novità del Decreto 81

Scuole, fondi e lavoro agile: le novità del Decreto 81

Con la Legge 3 luglio 2023, n. 85 (il DL Lavoro) è stato convertito in legge, con modificazioni, il Decreto-Legge 4 maggio 2023, n. 48, recante misure urgenti per l'inclusione sociale e l'accesso al mondo del lavoro.

Legge 85/2023: i commenti nella nota UIL

UIL parla di “Piccolissime modifiche” rispetto al DL 48, quindi resta negativo il parere generale sulla nuova legge.

Come si legge nella nota, è necessaria “un’azione forte sulla prevenzione, con risorse dedicate soprattutto per il supporto alle imprese ed i controlli con un incremento dei tecnici della prevenzione ASL e degli ispettori INAIL.

Serve una Strategia Nazionale che conduca ad unica linea di intervento verso un’azione decisa sulla prevenzione.

L’Italia è l’unico paese della UE a non avere e non aver mai avuto una propria Strategia Nazionale di Prevenzione e Protezione per la Sicurezza sul Lavoro.

Mancano ancora vari Decreti Attuativi per completare il campo di applicazione e alcuni aspetti fondamentali di Prevenzione, a distanza di 15 anni dalla emissione del D. Lgs. 81/08. Alcuni Decreti riguardano settori strategici per il paese (Settore Aereo, Marittimo, Portuale, Navi da Pesca, Trasporto Ferroviario) con potenziali rischi elevati e alti valori di infortuni”.

Come già ricordato nella precedente Nota UIL sul DL 48/2023, “serve attivare un confronto per emettere in tempi brevi questi Decreti” e un decreto che deve essere emesso al più presto riguarda l’articolo 52 del D. Lgs. 81/08 “Sostegno alla piccola e media impresa, ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza”.

Inoltre un altro dei punti critici in tema di infortuni e incidenti sul lavoro, riguarda, come già ricordato, il sistema degli appalti.

Serve un sistema che premi le aziende virtuose e penalizzi quelle che non rispettano le norme.”

Nota UIL sul DL e gli edifici scolastici

Non cambia molto il tono utilizzato dall’Associazione sindacale anche per quanto riguarda la sezione del Decreto relativa agli edifici scolastici.

All’interno del DL si cita una nuova norma che modifica gli obblighi per le amministrazioni che si occupano degli edifici scolastici. Con questa integrazione viene definito che gli obblighi per le amministrazioni si intendono assolti dopo la valutazione congiunta con i dirigenti scolastici con la programmazione degli interventi necessari, nel limite delle risorse disponibili”.

In questo caso, si legge nella nota:  “si evidenzia un problema di una eventuale programmazione che non rispetti i tempi (viste in molti casi le difficolta dello Stato a rispettare i tempi di consegna dei lavori) e quindi mettere a rischio studenti, insegnanti e personale delle scuole in edifici non a norma”. E il tutto verrà vincolato “nel limite delle risorse disponibili”.

Ecco dunque il commento negativo:  “questa modifica che non mette al sicuro gli edifici scolastici”.

Fonte: https://www.puntosicuro.it/normativa-C-65/i-commenti-sulla-legge-85/2023-decreto-81-scuola-fondi-lavoro-agile-AR-23579/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_content=6&utm_campaign=nl20230805%2BPuntoSicuro%3A+il+meglio+della+settimana%21&iFromNewsletterID=5067

Ultime notizie

Pacchetto sicurezza sul lavoro: innovazioni e misure di salvaguardia

Pacchetto sicurezza sul lavoro: innovazioni e misure di salvaguardia

Il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato uno schema di decreto-legge inerente all'attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che include un pacchetto di misure volte a potenziare la sicurezza sul lavoro. Queste novità mirano a migliorare la qualificazione, introdurre la "patente a crediti", regolare gli appalti e intensificare le ispezioni.

Leggi tutto...

Misure tecnico-strutturali per l'uso sicuro dei carrelli elevatori

Misure tecnico-strutturali per l'uso sicuro dei carrelli elevatori

La scheda di Infor.mo. delinea le strategie per un utilizzo sicuro dei carrelli elevatori, focalizzandosi sulle misure preventive di natura tecnico-strutturale. Queste misure sono cruciali per mitigare i rischi di infortuni e migliorare la sicurezza sul luogo di lavoro. In questo contesto, vengono esaminate varie aree, tra cui viabilità, interferenze, percorsi, radar, accessori, ricarica e DPI (Dispositivi di Protezione Individuale).

Leggi tutto...

Assegno di inclusione 2024: pagamenti di marzo e modello ADI-COM

Assegno di inclusione 2024: pagamenti di marzo e modello ADI-COM

Con il messaggio 1090 del 14 marzo 2024, l'INPS rende noto le ultime aggiornamenti riguardanti l'Assegno di Inclusione (ADI), focalizzato sul supporto alle famiglie economicamente svantaggiate con anziani e disabili a carico.

Leggi tutto...

Vuoi essere informato sulle ultime novità o ricevere in anteprima offerte e promozioni?

Iscriviti alla newsletter!

Tel: 0332 604300 - E-mail: engineering@gruppobini.it - WhatsApp: 334 1145838

Studio Bini Engineering - P. IVA 02712760129 - Via per Caravate, 1 - 21036 - Gemonio (VA)

Informativa privacy  |  Area riservata  |  Contatti