Tel: 0332 604300 - E-mail: engineering@gruppobini.it - WhatsApp: 334 1145838

  • Home
  • News
  • Quality
  • Certificazioni ed export: diffusione ed effetti della certificazione accreditata tra le aziende esportatrici
Certificazioni ed export: diffusione ed effetti della certificazione accreditata tra le aziende esportatrici

Certificazioni ed export: diffusione ed effetti della certificazione accreditata tra le aziende esportatrici

Il nuovo Studio dell’Osservatorio Accredia “Diffusione ed effetti della certificazione accreditata tra le aziende esportatrici”, realizzato in collaborazione con Istat, analizza i dati del commercio internazionale con riferimento alle imprese certificate dagli organismi accreditati.

Nello Studio si evidenzia come la certificazione sia una leva competitiva che aiuta le aziende esportatrici a penetrare nei mercati internazionali, anche attraverso la partecipazione a catene del valore europee e globali, e concorre a migliorare la loro produttività.

Un esempio...

Il contesto economico: il contributo dell'export per la ripresa

Rispetto a un anno fa, il quadro economico e sociale è drammaticamente cambiato a causa della pandemia da Covid-19 e della conseguente crisi economica.

Nell’affrontare l’emergenza, tuttavia, una ritrovata Unione europea ha saputo reagire con tempestività e intensità sufficienti ad attutirne l’impatto, almeno in una prima fase, anche attraverso un imponente stimolo monetario da parte della BCE. L’impulso espansivo senza precedenti degli interventi definiti nell’ambito del Next Generation EU (NGEU) per molti Paesi, per il nostro in particolare, saranno l’occasione di ridisegnare traiettorie di sviluppo basate sulle priorità che già l’Europa, poco prima dell’inizio della pandemia ha definito per il 2019-20241.

In Italia, in risposta all’emergenza sanitaria, il governo ha varato sostanziosi interventi a supporto di famiglie e imprese con la manovra di bilancio, prevedendo un aumento dell’indebitamento netto. Gli interventi nazionali, così come quelli europei, spingeranno verso l’alto il peso del debito sul Pil. La scelta degli investimenti “giusti” per la crescita con elevato moltiplicatore e abilitanti per la transizione ecologica e digitale sarà quindi di vitale importanza.

La valutazione degli interventi sarà evidentemente necessaria per cogliere in pieno l’occasione che nasce dalla crisi. Ma nella definizione delle policy sarà importante tenere conto delle caratteristiche intrinseche della nostra economia.

Ultime notizie

Decreti controllo e formazione per l’antincendio: la circolare dei Vigili del Fuoco

Decreti controllo e formazione per l’antincendio: la circolare dei Vigili del Fuoco

Con la circolare 14804 del 6 ottobre 2021, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco ha riportato i primi chiarimenti sul cosiddetto “decreto controlli”.

Leggi tutto...

La verifica dell'idoneità tecnico-professionale dell'impresa affidataria. Parola alla Corte di Cassazione

La verifica dell'idoneità tecnico-professionale dell'impresa affidataria. Parola alla Corte di Cassazione

La sentenza è la n 43604 del 21 novembre 2021 e proviene dalla III Sezione penale della suprema Corte di Cassazione.

Leggi tutto...

Sostenibilità e sviluppo equo: presentato il nuovo programma di Granarolo per la transizione ecologica

Sostenibilità e sviluppo equo: presentato il nuovo programma di Granarolo per la transizione ecologica

Si chiama Intensificazione Sostenibile ed è uno degli obiettivi identificati dalla FAO: si tratta di riuscire a conciliare l’incremento di produzione con un miglioramento delle performance ambientali, invitando le aziende a gestire un programma di transizione tecnologica ed ecologica.

Leggi tutto...

Per maggiori informazioni o per conoscere in che modo possiamo aiutarti

Contattaci adesso!

Tel: 0332 604300 - E-mail: engineering@gruppobini.it - WhatsApp: 334 1145838

Studio Bini Engineering - P. IVA 02712760129 - Via per Caravate, 1 - 21036 - Gemonio (VA)

Informativa privacy  |  Area riservata  |  Contatti