Tel: 0332 604300 - E-mail: engineering@gruppobini.it - WhatsApp: 334 1145838

Antincendio negli alberghi e stato di emergenza

Antincendio negli alberghi e stato di emergenza

La legge di bilancio n. 145 del 30.12.2018 (SO n. 62 alla GU n. 302 del 31.12.2018), ha integrato l’art. 1, co. 445 della L. n. 205 del 27.12.2017, con riferimento agli adeguamenti antincendio degli alberghi preesistenti al 1994, non ancora adeguati alle prescrizioni antincendio, ubicati nei territori colpiti dagli eccezionali eventi metereologici occorsi dal 02.10.2018 e individuati dalla delibera dello stato di emergenza del Consiglio dei Ministri.

Pertanto le attività ricettive turistico–alberghiere ubicate in un’area interessata dallo stato di emergenza come sopra specificato, con oltre 25 posti letto, preesistenti alla data di entrata in vigore del DM 09.04.1994 (norme di sicurezza antincendio per gli alberghi) e non ancora completamente in regola con gli adeguamenti di prevenzione incendi, possano ultimare gli adeguamenti stessi entro il 31.12.2019 a condizione che:

  • gli alberghi siano già a norma per: impianti elettrici, sistemi di allarme antincendio, estintori d’incendio, sistemi di rilevazione fumi (ove previsti), segnaletica di sicurezza, sistemi di gestione della sicurezza e addestramento degli addetti antincendio, istruzioni di sicurezza ai piani e nelle camere, larghezza delle uscite e delle vie di esodo (requisiti previsti dall’art. 5 del DM 16.03.2012 - piano straordinario biennale per l’adeguamento degli alberghi esistenti)
  • il servizio interno di sicurezza sia integrato con almeno un addetto antincendio permanentemente presente per gli alberghi fino a 100 posti letto, con minimo due addetti fino a 300 posti letto, con l’aggiunta di un ulteriore addetto per ogni 150 posti letto; gli addetti antincendio devono avere conseguito attestato di idoneità tecnica rilasciato a seguito di esame presso Comando VVF (art. 3 L. 609 del 28.11.1996)
  • entro la data del 30.06.2019 le strutture ricettive interessate devono produrre ai Comandi provinciali VVF territorialmente competenti una segnalazione certificata d’inizio attività ai fini antincendio parziale (con le modalità previste dall’art. 4 del DPR 151/2011), attestante la messa a norma, in conformità al citato DM 09.04.1994, di almeno quattro dei seguenti aspetti impiantistici e strutturali: resistenza al fuoco delle strutture; reazione al fuoco dei materiali; compartimentazioni; corridoi; scale; ascensori e montacarichi; impianti idrici antincendio; vie d'uscita, depositi

Per ogni chiarimento non esitate a contattare lo Studio Bini engineering srl.

Ultime notizie

Umidità e infiltrazioni d'acqua: cause, diagnosi e rimedi

Umidità e infiltrazioni d'acqua: cause, diagnosi e rimedi

La presenza di acqua nelle murature è generalmente dovuta a due sole cause: umidità di risalita capillare oppure vere e proprie infiltrazioni.

Leggi tutto...

Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi

Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi

 

La Circolare Ministeriale n.4064 del 15 marzo 2018 della Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento - RIN "Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi": è rivolta a tutte le strutture territoriali di competenza in grado di eseguire controlli specificando i criteri operativi utili per una gestione ottimale degli stoccaggi negli impianti che gestiscono rifiuti.

Leggi tutto...

Gestione emergenza ed evacuazione

Gestione emergenza ed evacuazione

La sicurezza degli occupanti di un immobile, in caso di emergenza, è affidata alla percorribilità delle vie di esodo. L’illuminazione di emergenza costituisce pertanto un presidio irrinunciabile per gli ambienti di vita e di lavoro.

Leggi tutto...

Per maggiori informazioni o per conoscere in che modo possiamo aiutarti

Contattaci adesso!

Tel: 0332 604300 - E-mail: engineering@gruppobini.it - WhatsApp: 334 1145838

Studio Bini Engineering - P. IVA 02712760129 - Via per Caravate, 1 - 21036 - Gemonio (VA)

Informativa privacy  |  Area riservata  |  Contatti